Foto


Spettacolo

Centro Teatrale MaMiMò
COPERNICO NON CI CREDEVA


21 Febbraio 2019 - ore 20.45
Teatro Sanbàpolis, via della Malpensada 82, Trento

Prima dello spettacolo... Aprispettacolo Scientifico curato dalla Compagnia Progetto Apollo.

Descrizione
Acquista biglietti online


uno spettacolo di Rocco Gaudenzi e Pablo Solari
con Andrea Delfino


“Nella prefazione alla sua opera più famosa, il “De revolutionibus orbium coelestium”, emerge come il famoso astronomo dubitasse delle sue stesse intuizioni, quasi incriminandosi e scusandosi per essersi ritrovato a dimostrare una tanto assurda tesi: la terra non è il centro dell’universo.
In un percorso che mette lo spettatore nei panni di un scienziato, lo avvicineremo a teorie e retroscena del mondo scientifico. Durante il percorso, attraverseremo il pensiero di grandi rivoluzionari prima che il mito li trasformasse in personaggi: Cusano, Galilei e soprattutto Copernico, del quale analizzeremo, con occhio attento ed ironico, la prefazione all’opera.
Attraverso i concetti assimilati daremo una lettura critica del mondo contemporaneo, l’era della rivoluzione digitale, ponendo particolare attenzione alla diffusione libera di dati e informazioni, cosiddetti open data; e scopriremo come non naufragare in questo mare di informazioni.

Note di regia:
E come per Copernico i “dati” sono stati il punto di partenza essenziale e sacro per rivelare le sue verità, così l’uomo di oggi non può fare a meno che sempre ripartire dai “dati” per giudicare la realtà, superare il limite dell’apparenza e distillare nuove verità, più sintetiche e vicine alla realtà dei fenomeni. Richiamando Galilei, oltre che Copernico, vogliamo sottolineare che collezionare dati è un lavoro di “ascolto” attento e paziente della realtà e che, se il senso umano è acuto in alcune circostanze, lo strumento lo può essere di più in altre. Decidere di usare uno strumento nuovo per accrescere ed oggettivare i nostri sensi non è un ammissione di debolezza, ma di forza, ove si superano paure e pregiudizi. In questo è utile riconoscere che ci troviamo nella posizione analoga a quella di Galilei. In generale, è importante riflettere su dove si stia spingendo la ricerca, rendendo questo percorso più trasparente e meno arcano. Proprio ripercorrendo queste tappe del pensiero, intendiamo guidare gli spettatori verso la consapevolezza che gli strumenti offerti dalla tecnologia possono farci capire molto di più su noi stessi e su ciò che ci circonda, svelandoci talvolta, a sorpresa, perfino la complessità del nostro pensiero intimo e dei nostri sentimenti. (Rocco Gaudenzi e Pablo Solari)


 



Copyright © 2018-19 - Compagnia Arditodesìo
P.I. 01984370229
Privacy e Cookie Policy