Foto


Spettacolo

Associazione Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi
COSTELLAZIONI. PRONTI, PARTENZA… SPAZIO!


20 Febbraio 2019 - ore 20.45
21 Febbraio 2019 (matinée per le Primarie e Secondarie di I Grado)

Teatro Sanbàpolis, via della Malpensada 82, Trento

Prima dello spettacolo... Aprispettacolo Scientifico curato dalla Compagnia Progetto Apollo.

Descrizione
Acquista biglietti online


Una creazione di Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli e Giorgio Rossi
ideazione coreografica e direzione artistica Giorgio Rossi
interpreti Savino Italiano, Olga Mascolo e Anna Moscatelli
disegno luci Andrea Margarolo
esecuzione tecnica Piermarco Lunghi, Tea Primiterra
oggetti di scena Bruno Soriato


“Tutti noi abbiamo un’origine comune, siamo tutti figli dell’evoluzione dell’universo, dell’evoluzione delle stelle, e quindi siamo davvero tutti fratelli. Nella nostra galassia ci sono quattrocento miliardi di stelle, e nell’universo ci sono più di cento miliardi di galassie. Pensare di essere unici è molto improbabile.” (Margherita Hack)

Uno spettacolo dedicato alla scoperta dell’Universo. Un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle. Dopo anni e anni di studi e osservazioni dello spazio, finalmente l’invenzione del secolo: la Carrozzina Spaziale per partire alla ricerca di un luogo simile alla Terra. Attraverso questo viaggio fra pianeti e corpi celesti potremo vivere la danza delle Costellazioni. In maniera giocosa, ironica e poetica il viaggio si trasformerà un invito ad avere più cura del nostro mondo.

Uno spettacolo dedicato alla scoperta dell’Universo.
Un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle.
Dopo anni e anni di studi e osservazioni dello spazio, il professor Radar si sveglia in quel sogno tanto desiderato: assieme alle professoresse Bussola e Calamita, mettono finalmente in azione l’invenzione del secolo: la Carrozzina Spaziale. Una straordinaria invenzione per mettersi alla ricerca di un luogo simile alla terra.
Attraverso questo viaggio fra pianeti e corpi celesti potremo vivere la danza delle Costellazioni: punti luminosi nel cielo, apparentemente vicini fra loro ma realmente distanti milioni e milioni di anni luce. Punti di vista differenti uniti nello sguardo di chi li osserva: la prospettiva, la relatività, le dimensioni del tempo e dello spazio, le qualità della materia, i movimenti dei corpi, la luce, tutto è presente attraverso il gioco, la danza e l’immaginazione di chi è capace di vedere oltre i limiti dello sguardo.
E così professor Radar, Bussola e Calamita continueranno il loro viaggio nello spazio interstellare e chissà quante altre avventure vivranno, quali mondi nuovi e stelle e galassie scopriranno! E mentre li vediamo sparire, diventando piccolissimi punti luminosi, noi siamo qua, sapendo che la Terra e tutti noi facciamo parte del grande Spettacolo dell’Universo. E per continuare a danzare insieme al nostro piccolo Mondo, è importante averne cura.
Ma ora è tutto pronto per intraprendere questo speciale viaggio. Basta solo cominciare: Pronti, Partenza...Spazio!!

Dichiarazione autori:
La nostra storia parte dagli uomini, per compiere un viaggio dalla terra all’universo, attraversando lo spazio e il tempo.
Grazie alla danza, per il suo essere naturalmente equilibrio tra materia, spazio e tempo, abbiamo intrapreso un viaggio creativo con al centro un tema complesso come quello dell’Universo.
Confidiamo che il linguaggio del corpo favorisca la comprensione di teorie apparentemente molto complesse, con un approccio esperienziale e sensoriale.
Attraverso il gioco e situazioni buffe e ironiche, dove noi esseri umani non siamo altro che gocce in oceano infinito, cerchiamo di capire cosa ci succede sopra la testa e anche sotto! Quanto più cerchiamo di capire e dare ordine ai pensieri, tanto più ci rendiamo conto che la ricerca del sapere è lunga. Questa ricerca infinita di conoscere è forse il motore stesso della vita.
Molte le connessioni tra le teorie scientifiche astronomiche e i principi della danza: il corpo è materia e la materia astrale diventa corpo.
Einstein rivoluziona, con le sue scoperte, le concezioni di Spazio e di Tempo di Newton, scoprendo che il tempo, così come lo spazio, è caratterizzato dal movimento.
Ecco che la danza ci permette di svelare l’Universo non distante da noi e di comprendere le dinamiche della sua danza.
In questo spettacolo raccontiamo del Sistema Solare e dei suoi corpi celesti, permettendoci di avere consapevolezza di ciò che ci circonda, o per meglio dire in cui siamo immersi. L’Universo è inteso come un sistema che va ben oltre le esigenze individuali. Conoscerlo per prenderne esempio significa proprio questo: ogni essere vivente, ogni pianeta, ogni asteroide, ogni singolo elemento seppur piccolissimo fa la sua parte e partecipa al funzionamento dell’intero ingranaggio astrale.
La nostra storia parte dall’Universo e all’Universo ritorna.

Giorgio Rossi
Come direbbe E. Satie‚ “è un mammifero danzante”. All’età di 4 anni‚ vedendo il clown svizzero Dimitri esibirsi nel surreale tempo della scena‚ ha capito che il teatro era la sua vita. Deve la sua fortuna artistica all’aver potuto assistere ai lavori di grandi maestri (Kantor, Brook, Bausch, Carlson) e‚ con alcuni‚ ha imparato l’arte scenica‚ sia come allievo che come interprete. Nel 1984‚ è cofondatore della Sosta Palmizi‚ sigla sotto la quale‚ in 30 anni‚ hanno lavorato oltre 400 danzatori e non, che via via hanno trovato lavoro nelle maggiori compagnie di Teatro Danza Italiane e Europee o hanno fondato propri gruppi e alcuni dei quali oggi, fanno ne parte come Artisti Associati. Con i suoi spettacoli‚ oltre 30 produzioni, che hanno superato le 1500 repliche, ha girato il mondo‚ grazie all’universalità dell’arte poetica del movimento.

Sosta Palmizi
L’associazione diretta da Raffaella Giordano e Giorgio Rossi, sostiene l’attività coreografica dei due direttori e degli artisti associati che compongono un nucleo affine per storia e poetica. E' una realtà di riferimento nell’ambito della creatività coreutica contemporanea; il suo operato è particolarmente sensibile alla qualità dell’esperienza artistica‚ alla formazione e all’accompagnamento delle giovani generazioni. È sovvenzionata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo-Direzione Generale Spettacolo dal Vivo e dalla Regione Toscana-Settore Spettacolo nell’ambito del progetto a sostegno delle Residenze Artistiche. www.sostapalmizi.it

I Nuovi Scalzi
Compagnia teatrale italiana costituita a Barletta nel 2011, composta da giovani attori, musicisti e danzatori professionisti. Gioca un teatro fisico e d’immagine attraverso il linguaggio espressivo della maschera, del nuovo circo e delle performing arts.


 



Copyright © 2018-19 - Compagnia Arditodesìo
P.I. 01984370229
Privacy e Cookie Policy