Foto


Teatro della Meraviglia

TdM Esperienze

Teatro Sanbàpolis, via della Malpensada 82, Trento

Descrizione



Lunedì 18 febbraio 2019:

Augmented Lecture (per gli studenti)
PANDEMIE - Giorgio Guzzetta e Valerio Oss (dalle 9.00 alle 10.00);
HYPERVISION - Tommaso Rosi e Giovanni Formilan (dalle 10.00 alle 11.15).



Lunedì 18 febbraio 2019:
Esperienze (per studenti ed insegnanti)
ore 11.30
EMOZIONARE CON LA SCIENZA / PROGETTO APOLLO
Progetto condotto da Andrea Brunello, con la partecipazione di studenti delle discipline scientifiche dell’Università di Trento
L’esperienza presentata è una sintesi del corso di Storytelling applicato alla Scienza che Brunello conduce da diversi anni presso i Dipartimenti di Fisica e di Matematica dell’Università di Trento. Ai partecipanti viene chiesto di trattare un tema scientifico in maniera “emozionale”, in pillole narrative di pochi minuti. Il risultato è una carrellata di argomenti scientifici di grande interesse raccontati in modo coinvolgente da giovani studenti e ricercatori. Dall’esperienza degli ultimi tre anni è nata la Compagnia Progetto Apollo che ha sede presso il Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche dell’Università degli Studi di Trento. Ogni sera di spettacolo i ragazzi e le ragazze del Progetto Apollo faranno da “aprispettacolo scientifico”. Vedremo imegnati: Marco Peretti, Guglielmo Grillo, Debora Lamcja, Selene Salandini, Matteo Di Domenico, Eleonora Rigoni, Stefano Piccin, Laura Beghini, Massimo Fellin, Michele Salvagni, Roberto Ciccarelli e Chiara Toldo.

Andrea Brunello: Laurea in fisica e matematica presso la Cornell University (USA, 1992) e il Ph.D. in Fisica presso la State University of New York at Stony Brook (USA, 1997). Brunello è affiliato al Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento. Ha pubblicato articoli scientifici in alcuni fra i più prestigiosi giornali quali Physical Review Letters e Physical Review A. Nel 2001 decide di dedicarsi a tempo pieno al teatro facendolo diventare la sua professione. Brunello è diplomato alla scuola triennale “SCHOOL AFTER THEATRE advanced training program” condotta dal regista russo Jurij Alschitz e affiliata con l’EATC/Russian Academy of Theatre Arts (GITIS) di Mosca.





Lunedì 18 febbraio 2019:
Tavola Rotonda (per studenti ed insegnanti)
ore 12.15
L’INSEGNANTE MODELLO COM’È FATTO E COSA FA?
Modera Stefano Oss

A volte crediamo che un buon insegnate sia quello che “conosce la materia e la sa spiegare”. Questo però è solo il primo tassello del puzzle (a volte anche misterioso) che compone un “super” insegnante. Altri sono i valori in gioco: la passione, la capacità empatica, la disponibilità a mettersi in ascolto. In questa tavola rotonda cercheremo di ragionare assieme su quali possano essere gli ingredienti fondamentali di un Insegnante Modello, e lo faremo con i diretti interessati: gli studenti.

Stefano Oss: Professore associato presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento. Responsabile del Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche, si occupa di didattica ed è autore di più di 100 pubblicazioni su riviste internazionali del settore. Ha scritto tre libri dedicati alla diffusione della cultura scientifica e collabora con vari organismi per la formazione e l’aggiornamento degli insegnanti di tutti gli ordini e grado dell’istruzione scolastica. Si è occupato di fisica atomica sperimentale e di fisica molecolare teorica e ha lavorato presso le università di Grenoble, Yale e Princeton.





Lunedì 18 febbraio 2019:
Approfondimento (per insegnanti)
ore 14.30
DAL TEATRO ALL’AULA
Conduce Andrea Brunello

Lo Storytelling è uno strumento formidabile per eccitare l’immaginazione e passare contenuti a volte anche molto complicati. Il Teatro da sempre ne fa uso come strumento “civile” (si veda Mistero Buffo di Dario Fo, Vajont di Marco Paolini, etc.). Una buona lezione può essere strutturata come una narrazione e per questo gli strumenti teatrali possono (devono?) diventare parte dell’armamentario di un buon insegnante. In questo Approfondimento andremo a vederne alcuni.



Lunedì 18 febbraio 2019:
Approfondimento (per insegnanti)

ore 15.30
LE LEZIONI-SPETTACOLO ESISTONO E, SOPRATTUTTO, FUNZIONANO?
Conduce Stefano Oss

Più di tre decenni di insegnamento a livello universitario non gli sono stati sufficienti per definire con compiutezza un modello valido di “buona didattica”: Stefano Oss si soffermerà in particolare e con intenti interlocutori su possibili metodologie per costruire una lezione in cui contenuti e spettacolarizzazione si alternano. Sperabilmente con buoni risultati.




Lunedì 18 febbraio 2019:
Esperienze (per insegnanti)
ore 16.30
L’AULA DENTRO YOUTUBE
Conduce Elia Bombardelli

Un fenomeno del web! Con il suo canale YouTube Elia ha raggiunto centinaia di migliaia di giovani e appassionati di scienza. E i numeri continuano ad aumentare. Forse che il Video è una estensione naturale dell’Aula? E come si può utilizzare questo nuovo strumento? Elia Bombardelli ci accompagnerà a scoprire alcuni segreti di questo nuovo approccio.

Elia Bombardelli:
30 anni, docente di matematica e fisica. Insegna alle superiori in provincia di Trento.
Fa parte del team che gestisce la fase provinciale delle Olimpiadi della Matematica per la provincia di Trento. Insieme al collega Gabriele Dalla Torre tiene ogni anno degli incontri di allenamento in preparazione alle varie fasi della competizione, in diversi licei della provincia. Collabora inoltre con il Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche e con il Laboratorio di Didattica e Comunicazione della Matematica dell'Università degli Studi di Trento. Nel 2012 apre un canale YouTube dedicato alle videolezioni di fisica e matematica. Il canale vanta 180.000 iscritti e oltre 27.000.000 di visualizzazioni complessive, in costante espansione.
www.eliabombardelli.com





Lunedì 18 febbraio 2019:
Augmented Lecture (per tutti)
PANDEMIE - Giorgio Guzzetta e Valerio Oss (dalle 20.00 alle 21.00)
HYPERVISION - Tommaso Rosi e Giovanni Formilan (dalle 21.15 alle 22.15)





Martedì 19 febbraio 2019:
Programma per gli studenti (dalle 9.00 alle 10.00)
UN PROFESSORE MOLTO, MA MOLTO PARTICOLARE
Con Federico Benuzzi
Essere su un palco o dietro una cattedra (quando non sopra) hanno più cose in comune di quante non si pensi e l'oscillare tra attore e professore può essere la via per trasmettere in maniera più efficace, anche la fisica. In questo intervento Federico Benuzzi, professore, divulgatore, attore, scrittore e giocoliere, racconta un percorso fatto di teatro, didattica, giocoleria e scienza per arrivare a (di)mostrare come la fisica possa essere vicina, reale, comprensibile e, perché no, divertente.

Federico Benuzzi: Laureato in Fisica teorica con tesi sui buchi neri, specializzato SSIS per l'insegnamento di Fisica e Matematica col massimo dei voti e una tesi sulla epistemologia della Relatività Ristretta, diplomato attore professionista alla scuola di Teatro Colli di Bologna, insegnante liceale da 16 anni e giocoliere professionista da 21 è dal 2005 che si occupa di divulgazione: fisica della giocoleria, matematica del gioco d'azzardo, Relatività Ristretta e Generale sono solo alcuni dei temi che ha approfondito. Autore di Fisica Sognante - ed. AIF e La legge del perdente - ed. Dedalo e curatore della rubrica Fisica? Un gioco - Sapere Scienza, oggi testimonia come teatro e didattica siano molto più vicini di quanto possa sembrare. E vive i suoi mestieri, l'insegnante, il divulgatore, l'attore e il giocoliere, in un continuo mischiarsi e condizionarsi.
federicobenuzzi.com





Martedì 19 febbraio 2019:
Buone Pratiche (per studenti ed insegnanti)
ore 10.15
LA CITTÀ DEGLI ELETTRONI
Conduce Pierluigi Bellutti, Fondazione Bruno Kessler.
Dimostrazione teatrale degli studenti del Liceo Maffei di Riva del Garda
.
Ogni momento della nostra esistenza è caratterizzato dall’uso di strumenti elettronici.
Pensate a qualsiasi cosa abbiate fatto nell’ultima ora e troverete un legame con l’elettronica.
L’elettronica ci ha cambiato la vita, ma per svilupparsi ha avuto bisogno del silicio, il materiale principe dei “chip”, componenti base di tutti i prodotti elettronici. Ma perché proprio il silicio? Perché è un semiconduttore. E che cos’è un semiconduttore?
La risposta prova a darla “La città degli elettroni”, un progetto sostenuto dal programma Ricerca e Innovazione per la Scuola di FBK, che porta gli studenti della scuola secondarie di II grado a spiegare ai propri compagni che cosa sia un semiconduttore.

La Fondazione Bruno Kessler è un ente di ricerca di interesse pubblico, senza fini di lucro. Frutto di una storia lunga più di mezzo secolo, attraverso due poli scientifici - uno dedicato alle tecnologie e all’innovazione e uno alle scienze umane e sociali, con 7 centri di ricerca e più di 400 ricercatrici e ricercatori - FBK mira a risultati di eccellenza in ambito scientifico e tecnologico con particolare riguardo agli approcci interdisciplinari e alla dimensione applicativa. È classificato al 1° posto per l’eccellenza scientifica in tre diverse aree tematiche (ICT, storia e sociologia) e per l’impatto economico e sociale secondo i risultati ANVUR della valutazione della qualità della ricerca per il periodo 2010-2014.

Cittadini per la scienza: Progetto di comunicazione della scienza della Fondazione Bruno Kessler (FBK) che punta ad avvicinare i cittadini della comunità locale al mondo della ricerca FBK, con un forte coinvolgimento delle scuole. Il progetto è finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento, nell’ambito del bando Comunicatori STAR della scienza.
Dall’autunno 2018 all’estate 2020 sarà ampliata l’attività di divulgazione e comunicazione già portata avanti all’interno di FBK, sperimentando linguaggi di comunicazione della scienza non ancora esplorati: troveranno spazio conferenze, mostre fotografiche e artistiche, podcast radiofonici e il racconto della scienza attraverso il linguaggio teatrale.
Inoltre, un innovativo progetto di alternanza scuola-lavoro, chiamato "La bottega della scienza", darà agli studenti delle scuole superiori l’opportunità di realizzare progetti di ricerca basati su richieste e idee provenienti dalla cittadinanza.




Martedì 19 febbraio 2019:
Buone Pratiche (per studenti ed insegnanti)
ore 11.15
WEB VALLEY
Conduce Cesare Furlanello, Fondazione Bruno Kessler
.
WebValley è la scuola estiva annuale della durata di tre settimane di FBK dedicata alla ricerca in Data Science e materie interdisciplinari. Dal 2001 più di 300 giovani da tutto il mondo hanno partecipato ai campi WebValley. Il progetto attrae ogni anno centinaia di domande da tutto il mondo e i giovani selezionati, dai 17 ai 19 anni, rappresentano la élite dal punto di vista della preparazione accademica e della motivazione a mettersi in gioco. WebValley offre un’opportunità unica per gli studenti trentini per entrare in contatto con coetanei da altri paesi e condividere con loro una vera e propria esperienza di ricerca insieme ai ricercatori di FBK



Martedì 19 febbraio 2019:
Programma per insegnanti e per tutti
ore 14.30

TRA DIDATTICA E TEATRO, PER UN INSEGNAMENTO DELLA FISICA “ALTRO”
Con Federico Benuzzi
La fisica è una materia rigorosa e, per troppi, difficile, quando non ostica o odiata, ma può regalare, a chi la capisce e riesce a vedere attraverso la sua prospettiva, stupore e meraviglia, arrivando a intravvedere mondi mai prima neppure immaginati. Ma perché per tanti è uno scoglio? E quale può essere il modo di aggirarlo? In questo intervento Federico Benuzzi, professore, divulgatore, attore, scrittore e giocoliere, racconta un percorso fatto di teatro, didattica, giocoleria e scienza. Non "La" strada, ma sicuramente un percorso possibile per rendere la fisica accessibile a tutti.




Martedì 19 febbraio 2019:
Augmented Lecture
PANDEMIE - Giorgio Guzzetta e Valerio Oss (dalle 15.45 alle 16.45)
HYPERVISION - Tommaso Rosi e Giovanni Formilan (dalle 17.00 alle 18.00)

 



Copyright © 2018-19 - Compagnia Arditodesìo
P.I. 01984370229
Privacy e Cookie Policy