Foto


Presentazione

L’edizione 2019 del Teatro della Meraviglia si compone di due parti distinte: TdM Esperienze (il 18 e il 19 febbraio) e TdM Spettacolo (il 20, 21, 22 e 23 febbraio).

Leggi



TdM Esperienze è una vetrina/confronto con studenti ed insegnanti sulle buone pratiche di insegnamento della scienza attraverso lo storytelling e le arti sceniche. Verranno presentate alcune fra pratiche più interessanti in questo settore.

TdM Spettacolo è una proposta di 4 spettacoli, oltre a due Augmented Lecture, che, prendendo spunto dal mondo della scienza, vanno ad esplorare l’impatto che questa ha con l’essere umano e rappresentano una maniera “laterale” ma molto efficace di parlare di scienza al grande pubblico.

I messaggi di presentazione del festival:


Messaggio del Jet Propulsion Theatre / Teatro Portland

È con orgoglio che presentiamo questa nuova edizione del progetto Teatro della Meraviglia. Per il terzo anno consecutivo portiamo a Trento alcune fra le esperienze più interessanti di spettacolo con tematiche scientifiche presenti nel panorama nazionale. Quest’anno c’è la novità di un momento formativo ed informativo dedicato agli studenti delle scuole secondarie di II grado ed i loro docenti. I primi due giorni del festival sono principalmente dedicati a loro, con una notevole carrellata delle eccellenze che il territorio mette a disposizione nel campo dell’educazione.
I restanti 4 giorni del festival invece sono dedicati alle esperienze teatrali con delle messe in scena che toccano in maniera diretta temi scientifici e che lo fanno però senza mai perdere di vista lo scopo primo del teatro, che è quello stimolarci verso la bellezza, la meraviglia e la curiosità. Siamo convinti che questa nuova edizione del festival saprà emozionarci e allo stesso tempo generare un dibattito sano e profondo attorno alla scienza e a come questa impatti con la nostra quotidiana esistenza.
Andrea Brunello
Direttore Artistico del Teatro Portland e della Compagnia Arditodesìo.
Affiliato con il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Trento
.

La Compagnia Arditodesio | Jet Propulsion Theatre
Arditodesìo è una compagnia teatrale professionale con sede presso il Teatro Portland. Jet Propulsion Theatre è un laboratorio permanente della Compagnia Arditodesìo per la creazione teatrale collegata alla scienza, la gente della scienza e il racconto scientifico. Il progetto è stato avviato nel 2012 da Andrea Brunello e Stefano Oss.
JPT si propone di raccontare la scienza attraverso il teatro e l’espressione artistica, di sviluppare un senso di curiosità e meraviglia, sete di conoscenza, e consentire una migliore comprensione del mondo scientifico, le persone che lo vivono, i risultati della scienza e in ultima analisi il nostro presente e futuro.
JPT utilizza le arti dello spettacolo per promuovere l’interesse scientifico attraverso produzioni teatrali, festival ed educazione non formale. Tutte le proposte JPT si basano su profonda competenza nei contenuti scientifici. Il progetto si trova all'interfaccia tra scienza, arte, esseri umani, società e la filosofia della scienza. JPT collega artisti, ricercatori, facilitatori scientifici ed insegnanti per coinvolgere gli studenti e il pubblico generico.

Il Teatro Portland
Portland è un progetto culturale unico sul territorio. È un teatro attivo tutto l'anno che cura l’organizzazione de “La Bella Stagione”, rassegna di teatro della contemporaneità e di teatro civile. Portland è attivo in una rete di collaborazioni importanti a livello nazionale ed è al centro di un sistema teatrale dinamico e sempre in crescita. Portland è anche Scuola di Teatro. Portland è luogo di aggregazione con centinaia di soci e molti volontari che partecipano alla vita associativa del Teatro e della Scuola. Portland è creazione artistica, grazie alle molte compagnie che lo utilizzano e gli artisti, gli allievi della scuola, i collaboratori che quotidianamente lo abitano.
Con determinazione del Dirigente del SERVIZIO ISTRUZIONE della PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO n.94 di data 03 settembre 2012, Portland è stato inoltre inserito nell’elenco dei soggetti accreditati che offrono formazione per il personale docente della scuola.

Messaggio del Dipartimento di Fisica

La scienza è un’impresa spettacolare dell’umanità. I suoi protagonisti, gli scienziati, sono persone che dedicano la loro esistenza alla ricerca, alla scoperta e alla comprensione di “sensate esperienze” utilizzando “necessarie dimostrazioni”, come avrebbe detto Galileo. Due modalità essenziali per la costruzione del metodo di osservazione e descrizione del mondo naturale ma non sufficienti. Le conquiste dell’intelletto vanno condivise, comunicate e discusse fra addetti ai lavori ed esposte all’attenzione e alla curiosità di chiunque voglia essere informato dei progressi della scienza. Condivisione e comunicazione sono possibili grazie a varie forme di linguaggio, scritto e non scritto, formale e informale. Dietro le quinte della ricerca vi sono storie e passioni umane che non possono essere costrette fra formule e misure tecniche ma che risuonano con le emozioni di ognuno di noi. Il Dipartimento di Fisica di Trento, sede di laboratori di ricerca di eccellenza e di corsi di studio di elevato profilo nell’ambito delle scienze fisiche, per la terza edizione consecutiva promuove e sostiene il Teatro della Meraviglia quale sempre più apprezzata e conosciuta occasione di virtuosa contaminazione di sapere ed espressioni, di contenuti e di modalità narrative, di fatti e di racconti. La miscela perfetta per far uscire la fisica e la scienza dalla torre d’avorio che per troppo tempo le ha tenute prigioniere.

Giulio Monaco
Direttore del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento.


Il Dipartimento di Fisica
Il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Trento conta circa 50 ricercatori con attività in fisica teorica, computazionale e sperimentale, collabora con aziende e industrie, numerose agenzie, istituti ed enti di ricerca nazionali e internazionali. Gestisce infine i corsi di laurea triennale, magistrale e di dottorato di ricerca in fisica per più di 400 studenti.




Messaggio dell’Opera Universitaria

L’Opera Universitaria di Trento è lieta di ospitare, nel teatro Sanbàpolis, la terza edizione del Teatro della Meraviglia, che anche quest’anno saprà stupirci con i suoi due nuovi percorsi: TdM Esperienze e TdM Spettacolo.
Il Teatro della Meraviglia mette in relazione il teatro e la scienza come due facce di uno stesso processo.
Il teatro che si fa strumento di conoscenza scientifica attraverso la trasposizione scenica della scienza, una scienza che usando il linguaggio del teatro educa, diverte, desta o ridesta in noi la meraviglia verso l’esistente (la conoscenza dell’universo e dei suoi misteri), genera domande e offre risposte.
La scienza ha bisogno del teatro perché le conoscenze non siano dominio di pochi e acquistino peso nella quotidianità, il teatro ha bisogno della scienza per ritrovare l’essenza meravigliosa e spettacolare delle cose e dei fenomeni.

Alberto Molinari
Presidente dell’Opera Universitaria di Trento

L’Opera Universitaria
Organizza e gestisce servizi ed interventi per dare attuazione al diritto allo studio, offrendo in particolare residenzialità e borse di studio per gli studenti iscritti all’Università degli Studi di Trento e incentivi per gli studenti residenti in Trentino e iscritti in altre sedi universitarie.
L’Opera promuove anche attività di carattere culturale organizzate dalle Associazioni studentesche e stimola occasioni d’incontro e partecipazione tra gli studenti e le varie istituzioni presenti sul territorio.


 



Copyright © 2018-19 - Compagnia Arditodesìo
P.I. 01984370229
Privacy e Cookie Policy