20.3>30.4.21
Lo spirito del TDM
Aspettando il Meraviglia Teatro Festival




Nonostante i fermi e gli impedimenti dovuti al Covid, nonostante i limiti imposti da una situazione oggettivamente complessa per i teatri c’è ancora voglia di andare avanti e di cercare… la meraviglia. Mentre si prepara la prossima edizione del Teatro della Meraviglia, ci avviciniamo all’inizio del festival con una serie di eventi online che ne rappresentano lo spirito e ne anticipano alcune tematiche.



Ecco gli appuntamenti programmati nell’ambito dello “SPIRITO DEL TDM”:



Sabato 20 marzo alle 20.30 sulla piattaforma Zoom

LA SCIENZA E’ UNA QUESTIONE DI GENERE?

I giovani della compagnia di comunicazione scientifica Progetto Apollo esploreranno con noi la questione: la scienza è una questione di genere? Lo faranno attraverso aneddoti, storie e un concorso a premi che coinvolgerà il pubblico a casa, che sarà chiamato a rispondere ad alcune domande sull’argomento. In palio due biglietti per una serata del Teatro della Meraviglia 2021. L’evento vedrà anche la partecipazione straordinaria di Yuri Bozzi, ricercatore CIMeC (Centro Interpartimentale Mente/Cervello) dell’Università di Trento.



Sabato 10 aprile, a partire dalle ore 20.30 – piattaforma Retroscena

NOI, ROBOT. COSA VUOL DIRE ESSERE UMANO? - Compagnia Arditodesìo

Ispirato all’Uomo Bicentenario e altri lavori di Isaac Asimov
di Andrea Brunello
con Laura Anzani e Andrea Brunello
regia Chiara Benedetti e Andrea Brunello
video Valerio Oss
luci Federica Rigon
consulenza musicale Enrico Merlin

Nell’Uomo Bicentenario, il grande visionario Isaac Asimov descrive un robot umanoide che desidera diventare umano. Ma i suoi desideri non possono realizzarsi a causa della sua stessa natura, prima di tutto per via della sua mancanza di mortalità. Nonostante questo il robot mostra le caratteristiche di un buon essere umano: prova compassione, è creativo, ha desideri e può provare dolore... forse “esso” può diventare un “lui”?
Lo spettacolo indaga la possibile connessione fra il nostro cervello e quello delle macchine e prova che la relazione fra due “individui”, uno umano e l’altro macchina, non è affatto semplice e può portare a dei paradossi insormontabili. Questo spettacolo esplora in maniera attenta e precisa il nostro organo più meraviglioso, il cervello, e allo stesso tempo vuole capire dove sta andando il campo dell’Intelligenza Artificiale, come si stanno evolvendo i nostri “cervelli” artificiali?




24 aprile ore 20.30 - Eventbrite / Incontro Zoom

MA COS'È LA VITA?
I principi della fisica e della chimica devono renderne conto. Ma come? Perché? E' necessario che sia così?
Con Gianluca Lattanzi, Dipartimento di Fisica, Università di Trento e con Progetto Apollo
In avvicinamento al Teatro della Meraviglia festival, il gruppo Progetto Apollo ha programmato una serata online (sulla piattaforma Zoom) dedicata al fisico Erwin Schrödinger. L’evento sarà poi reso disponibile online fino a inizio festival. Si tratta di racconti, testimonianze e un gioco a premi per il pubblico, incentrato attorno alla domanda: “Cos'è la vita?”. Durante la serata verrà anche intervistato Gianluca Lattanzi, professore del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento. Il professor Lattanzi sarà il protagonista di una Augmented Lecture “What is Life?” assieme all’attrice Maura Pettorruso. Evento a cura di Progetto Apollo, all'interno del Teatro della Meraviglia Festival, con il supporto del progetto europeo CURIOUS - (www.projectcurious.eu) finanziato da Europa Creativa.

Cos'è Progetto Apollo?
Un ensemble costituito principalmente da studenti dei dipartimenti di Fisica e Matematica dell’Università di Trento, con qualche “intrusione” da altri settori, accomunati dalla passione per la comunicazione della scienza e lo storytelling. Tutti hanno partecipato al corso Emozionare con la Scienza tenuto da Andrea Brunello con la consulenza di Stefano Oss, responsabile del Laboratorio per la Comunicazione delle Scienze Fisiche, Dipartimento di Fisica Università di Trento.
Per richiedere la partecipazione alla serata seguire questo link:




Venerdì 30 aprile, a partire dalle ore 20.30 – piattaforma Retroscena

PALE BLUE DOT – Compagnia Arditodesìo
di e con Andrea Brunello
regia di Christian Di Domenico
scenografie di Roberto Abbiati
musica di Enrico Merlin

Una incredibile storia di speranza, meraviglia, bellezza e disperazione. Il destino della sonda Voyager 1 si mescola con quella del suo creatore dalle tendenze suicide, quelle di suo figlio sognatore e quelle del Pianeta Terra. Mentre il satellite artificiale si allontana dal sistema solare tutto cade in prospettiva, diventa dolorosamente chiaro che il nostro Pallido Pallino Blu, la Terra, è l’astronave più preziosa e va protetta senza esitazione e senza compromessi. Perché non riusciamo a farlo? Forse non siamo “ingegnerizzati” per farlo?
Forse non siamo così intelligenti? Ma quando tutto sembra perduto avviene la più incredibile delle rivoluzioni. È draconiana e necessaria. Il senso fatalistico di inevitabilità è sollevato dalle nostre anime e la struttura sociale cambia per sempre e per il meglio. Ma è successo veramente? Può succedere veramente? Oppure è solo utopia, una storia di speranza che deve essere raccontata e poi inviata al Voyager 1 così che almeno lui possa tenere un’ultima finale reliquia della nostra civilizzazione che potrebbe essere giunta al termine del suo viaggio?



Altre sorprese in fase di preparazione!
La partecipazione agli eventi dello “Spirito della Meraviglia” è gratuita.


Il
Teatro della Meraviglia Festival è un progetto congiunto della Compagnia Arditodesìo, Teatro Portland, Opera Universitaria e Università degli Studi di Trento. La direzione Artistica e Scientifica di Andrea Brunello e Stefano Oss, quella organizzativa è del Teatro Portland. Da quest’anno il festival è in parte supportato da un contributo di Europa Creativa all’interno del progetto CURIOUS (Culture as a Unique Resource to Inspire, Outreach & Understand Science - projectcurious.eu). Il Festival gode anche del sostegno della Fondazione Cassa Risparmio di Trento e Rovereto, della Provincia autonoma di Trento, del Comune di Trento e della Regione Trentino Alto Adige.

Per maggiori informazioni è a vostra disposizione la segreteria del Teatro Portland:
tel. 0461 924470
cell. 339 1313989
info@teatroportland.it
Copyright © 2021 - Compagnia Arditodesìo
P.I. 01984370229
Privacy e Cookie Policy